.
Annunci online

bojafauss
Notizie dal baratro (cioè dal Consiglio Regionale)
11 luglio 2010
Ritirererebbe il ricorso? No grazie!
A Marco Riva, uno dei firmatari del ricorso al TAR contro la lista PENSIONATI CON COTA di Michele Giovine, è stato chiesto se fosse disponibile ad incontrare qualcuno per valutare un suo eventuale ritiro dal ricorso. A differenza di altri lui per fortuna non è in vendita. Ecco cosa ci ha raccontato.

Chi sei e come mai risulti uno dei firmatari del ricorso al TAR?
Mi chiamo Marco Riva, ho 28 anni e sono stato in occasione delle elezioni regionali il presentatore della lista Verdi-Civica. Non sono mai stato tesserato in alcun partito; faccio parte, fin dalla sua nascita, del movimento “Civica Piemonte”, che in occasione delle regionali si è presentato in una lista insieme ai Verdi.
Innanzitutto c’è da chiarire che i ricorsi al TAR sono due: uno contro le liste “Verdi Verdi”, “Al Centro con Scanderebech” e “Consumatori”; e uno contro la lista di Giovine dei Pensionati.
Nei ricorsi vengono presentati elementi a dimostrazione di gravi irregolarità commesse da queste liste durante la fase di presentazione. Entrambi i ricorsi chiedono quindi la stessa cosa: l’annullamento dei voti presi da queste liste che appoggiavano la candidatura di Cota, e di conseguenza l’annullamento totale delle elezioni regionali, dato che ciascuna di queste liste (tranne quella dei Consumatori) ha preso da sola più voti della differenza registrata tra le due principali coalizioni (circa 9.000 voti).
Risulto tra i firmatari (in particolare del primo ricorso), perché in qualità di presentatore di lista dei Verdi-Civica avevo già presentato prima del giorno delle votazioni una memoria difensiva contro la lista dei Verdi Verdi; per questo motivo quando Mercedes Bresso ha promosso questi due ricorsi mi è stato chiesto se ero disponibile a firmarli e sostenerli
.

Come mai avevate presentato il ricorso? Chi o cosa vi aveva fatto capire che forse non tutto era limpido?
L’iniziativa è partita dall’ex Presidente Bresso, quindi la domanda sarebbe da girare a lei. Quando mi è stato chiesto di essere uno dei firmatari del ricorso, mi sono convinto subito della bontà delle motivazioni che lo sostenevano: le irregolarità di cui si parla sono particolarmente gravi (firme false, candidati fasulli, firme non presentate, simboli non utilizzabili) e credo che sia giusto e doveroso quantomeno chiedere una verifica. Credo che il rispetto della legalità sia il fondamento di una democrazia. E credo che a certi principi non possa esistere deroga
.

I
legali di COTA lamentano che il ricorso andava fatto prima delle votazioni. Indipendentemente da ciò che dice la legge, non era meglio presentarlo prima?
I nostri avvocati ribadiscono invece che il ricorso è stato presentato secondo modalità consone e nei tempi previsti. Sarà il TAR a stabilire chi ha ragione. Io come presentatore della lista Verdi-Civica ho presentato ricorso contro i "Verdi Verdi" ben prima delle elezioni, il giorno stesso dell'accettazione delle liste (tecnicamente non era un ricorso, che si può fare solo una volta subito il danno, ma si definisce come una "memoria difensiva" all'Ufficio Elettorale Circoscrizionale presso il Tribunale di Torino).

Come mai la Bresso ha poi ritirato il ricorso?
Bresso non ha ritirato il ricorso, ha ritirato la sua firma. Infatti il ricorso può essere ritirato solo se tutti i firmatari sono d’accordo. Sulle motivazioni del suo ritiro, dovete davvero chiederle a lei. Io ho appreso la notizia del suo ritiro dai giornali e quel giorno ho subito dichiarato in un comunicato stampa la mia contrarietà. Questo è un pezzo del comunicato stampa che ho scritto il 21 maggio: “Che idea ha la Bresso della legalità? Negoziabile, se le consente di mantenere una poltrona. Se ieri ritenevamo giusto chiedere al Tar una verifica rispetto ai nostri dubbi sulla regolarità delle elezioni, non vedo perché dovrei cambiare idea ora, a fronte di un compromesso politico che nulla ha a che fare con i concetti di giustizia e legalità che mi sono cari. Ora, non essendo Bresso l’unica firmataria, da sola non può fermare il procedimento legale avviato. Ed io dichiaro fin da subito che non ho alcuna intenzione di ritirare la mia firma.”

Dopo la rinuncia della Bresso chi risulta ancora firmatario del ricorso al TAR? Altri hanno rinunciato al ricorso e ritirato la propria firma?
No, solo Bresso si è ritirata. Tra i due ricorsi, siamo in quattro firmatari: il sottoscritto, Angelo Bonelli (Presidente Nazionale dei Verdi), Luigina Staunovo (Coordinatore Nazionale del movimento Invalidi e pensionati), Massimo Striglia (Responsabile Amministrativo dell’UDC in Piemonte).

Se tutti i firmatari del ricorso si ritirassero, il TAR riterrebbe chiusa la questione? I cittadini potranno far valere in altri modi il loro diritto ad elezioni pulite?
Se tutti i ricorrenti si ritirassero, il ricorso non esisterebbe più. Ma non succederà, di sicuro almeno per quanto mi riguarda.  I cittadini hanno assoluto diritto ad elezioni pulite, ci mancherebbe altro! E se ci sono dei dubbi al proposito, bisogna chiedere agli organi preposti di verificarli. Qualunque cittadino può farlo.
 
Qualcuno dei firmatari ha avuto pressioni finalizzate al ritiro del ricorso? Pressioni di che tipo? Da chi?
Ovviamente posso parlare solo di me. La settimana scorsa mi è stato chiesto se ero disponibile ad incontrare qualcuno per valutare un mio eventuale ritiro dal ricorso. Purtroppo non so dire da chi sia partita questa “proposta” e chi sia questo qualcuno, perché a me è stata riferita da una persona che con questa vicenda non ha nulla a che fare, che a sua volta era stata contattata da una persona non conosciuta. Ho detto subito che non ero disposto a valutare nulla e la cosa è finita lì, quindi non so nemmeno dire se sia stato un vero tentativo di abboccamento o piuttosto fosse una bufala o uno scherzo. Ho comunque deciso di raccontare subito questa cosa su facebook, in modo che fosse chiaro che, nel caso in cui sia stato davvero un primo tentativo di pressione, avrei reso di dominio pubblico qualsiasi eventuale altro tentativo.

Qualcuno dei firmatari che ha avuto pressioni ha anche avuto la promessa di qualcosa in cambio? Promesse di che tipo?
Se fossi a conoscenza di qualcosa del genere, l’avrei denunciata.

Ti senti minacciato? ...un pezzo del destino democratico del Piemonte sembra essere nelle tue mani...
Ma no, ci mancherebbe. Sono sereno e fiducioso. Dalla lettura delle ultime memorie che gli avvocati di Cota hanno depositato due giorni fa, emerge chiaramente che non solo si contraddicono più volte, ma che ormai nel merito non provano neppure più a difendersi. Puntano tutto sull’inammissibilità del ricorso. Sono consci anche loro che se i giudici sapranno essere indipendenti, il risultato non potrà che andare in una direzione.

Se vuoi aggiungere qualcosa che ritieni utile fai pure, noi non censuriamo nulla, non siamo un giornale vero...
In tutta questa vicenda un ringraziamento particolare va al gruppo di avvocati che ci stanno assistendo e che stanno lavorando in maniera impeccabile.
Tolti i pochi gruppi che hanno fin da subito sostenuto e firmato i ricorsi, abbiamo assistito invece ad un atteggiamento ambiguo da parte della politica: dalla Bresso, a cui va il merito di aver proposto e promosso i ricorsi, salvo poi ritirare la propria firma da uno dei due; ad autorevoli esponenti del PD, che inizialmente ci hanno criticato anche duramente, ma che ultimamente pare che abbiano cambiato idea; al Movimento 5 Stelle, il cui capogruppo in Regione ha definito i ricorsi “arroganti e pretestuosi”.
Credo semplicemente che dovrebbe essere interesse prioritario di tutti verificare che la legalità sia stata rispettata e che chi governa questa Regione abbia il reale diritto di farlo.




Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. cota ricorsi ritiri

permalink | inviato da bojafauss il 11/7/2010 alle 20:22 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (9) | Versione per la stampa
facebook
sfoglia
  

Rubriche
Link
Cerca

Feed

Feed RSS di questo 

blog Reader
Feed ATOM di questo 

blog Atom
Resta aggiornato con i feed.

Curiosità
blog letto 1 volte




IL CANNOCCHIALE