.
Annunci online

bojafauss
Notizie dal baratro (cioè dal Consiglio Regionale)
22 agosto 2011
Saitta è in pensione (ve n'eravate accorti?)

L'altra settimana LaRepubblica ha pubblicato l'elenco dei politici piemontesi ex parlamentari che godono della "pensione della Casta". Siamo ormai abituate alle "cose all'italiana" e ai politici con doppio o triplo incarico alcuni dei quali con doppio stipendio ma forse nessuno aveva fatto caso che alcuni hanno anche la doppia pensione. Risultano infatti godere del vitalizio spettante agli ex consiglieri ed ex assessori regionali ben 138 politici piemontesi e, tra questi, ben 17 percepiscono anche la pensione da ex parlamentare:
- Alasia Giovanni (PCI - ex assessore regionale);
- Bastianini Attilio (PLI - ex consigliere regionale);
- Berti Antonio (PCI - ex consigliere regionale); 
- Dameri Silvana (PCI - ex consigliere regionale);
- Furia Giovanni (PCI - ex consigliere regionale);
- Marengo Luciano (PDS - ex consigliere regionale);
- Migliasso Teresa (DS - ex Assessore Regionale);
- Minucci Adalberto (PCI - ex consigliere regionale);
- Nesi Nerio (PSI - ex consigliere regionale);
- Paganelli Ettore (DC - ex consigliere regionale);
- Pezzana Angelo (PartitoRadicale - ex consigliere regionale);
- Picchioni Rolando (DC - ex consigliere regionale);
- Sanlorenzo Bernardo (PCI - ex consigliere regionale);
- Sestero Maria Grazia (PCI - ex consigliere regionale);
- Tapparo Giancarlo (PSI - ex consigliere ed ex assessore regionale);
- Vietti Anna Maria (DC - ex assessore regionale);
- Zanone Valerio  (PLI - ex consigliere regionale).

In fatto di trasparenza anche la RegionePiemonte si dimostra dalla parte della Casta (e non della politica alla luce del sole). Infatti al posto delle cifre e dei nomi dei “pensionati” troviamo molti OMISSIS.

Vengono naturalmente liquidati anche i vitalizi alle vedove di alcuni ex consiglieri regionali - è previsto per legge: “Il Consigliere, previo versamento di una quota pari al 5% dell’indennità di carica base lorda, ha diritto di determinare l’attribuzione, dopo il proprio decesso, al coniuge e/o ai figli di una quota pari al 60% dell’importo lordo dell’assegno vitalizio a lui spettante.” - (incredibile: in una società in cui ormai prevalgono i divorzi, i soldi riescono a tenere unite le coppie....).

In totale la Regione Piemonte spende oltre 8.000.000 di €uro all’anno in vitalizi (tra i quali è contemplato anche quello spettante all’ex consigliere regionale Antonino SAITTA ...vitalizio che speriamo non si sommi ai 9.000 €. al mese del suo stipendio da Presidente della Provincia di Torino).

facebook
sfoglia
  

Rubriche
Link
Cerca

Feed

Feed RSS di questo 

blog Reader
Feed ATOM di questo 

blog Atom
Resta aggiornato con i feed.

Curiosità
blog letto 1 volte




IL CANNOCCHIALE