.
Annunci online

bojafauss
Notizie dal baratro (cioè dal Consiglio Regionale)
3 ottobre 2012
Le spese dei Gruppi consiliari non sono sindacabili
Giorni fa ho scritto a Valerio CATTANEO, Presidente del Consiglio Regionale piemontese chiedendogli di verificare se i manifesti affissi ad Asti riportanti il logo del Consiglio Regionale del Piemonte (Gruppo consiliare regionale del Partito Democratico)...

...sono stati effettivamente pagati con i fondi per le spese di "Funzionamento dei gruppi consiliari" previsti con la L.R. n.12/1972 e nel caso, se rientrano tra le spese ammesse dalla citata legge:
- per l'acquisto di libri e riviste;
- per l'attività svolta dai Gruppi funzionalmente collegate ai lavori del Consiglio e alle iniziative dei Gruppi stessi;
- per eventuali consulenze qualificate o collaborazioni professionali di esperti necessari per lo svolgimento delle funzioni istituzionali dei Gruppi.

A mio avviso questo tipo di "propaganda" (di per se legittima) non rientra in nessuno dei tre casi tantomeno nell' "attività svolta dai Gruppi funzionalmente collegate ai lavori del Consiglio e alle iniziative dei Gruppi stessi" in quanto il Partito Democratico sostiene il Governo MONTI che ha approvato il decreto di accorpamento e soppressione di alcune province pertanto si desume essere favorevole a questa riorganizzazione delle province (vedi dichiarazione del segretario del PD, Bersani: "...noi abbiamo una nostra proposta che prevede di ridurre e accorpare le Province...") inclusa quella astigiana come previsto nel decreto.

Questa è la risposta ufficiale del Consiglio Regionale:


facebook
19 maggio 2012
Condividi la trasparenza? (URGENTE!)

Qualche settimana fa il consigliere regionale Fabrizio BIOLE' (Movimento5stelle) ha pubblicato questo video per mostrare ai cittadini piemontesi la discussione in corso sul Bilancio (che non quadra): due congilieri del Pdl litigano su chi deve intervenire per primo.

Ieri è arrivata la
richiesta del Presidente del ConsiglioRegionale, Valerio CATTANEO (Pdl) di rimuovere il video perchè le sedute di Commissione non sono pubbliche: il cittadino non può conoscere l'operaro dei suoi eletti (N.B. in alcuni nei paesi democratici invece tutte le sedute vengono trasmesse in diretta su internet).

Probabilmente presto o tardi il ConsiglioRegionale del Piemonte agirà per vie legali e riuscirà a far rimuovere il video.

Non ci resta che:
1) scaricare il video da youtube;
2) ri-caricarlo sul nostro canale youtube e su Facebook;
3) invitare i nostri amici a fare lo stesso.

W LA TRASPARENZA!


facebook
sfoglia
  

Rubriche
Link
Cerca

Feed

Feed RSS di questo 

blog Reader
Feed ATOM di questo 

blog Atom
Resta aggiornato con i feed.

Curiosità
blog letto 1 volte




IL CANNOCCHIALE