.
Annunci online

bojafauss
Notizie dal baratro (cioè dal Consiglio Regionale)
13 novembre 2013
Reddito di cittadinanza, le coperture ci sono (lo dice il PD)
Le coperture finanziare necessarie per istituire un reddito di cittadinanza ci sono. A dirlo non sono quei demagoghi dei grillini ma un Disegno di Legge presentato dal PD nel 2011:



La proposta del PD prevedeva un reddito garantito di 7.000 € l'anno anche agli «inoccupati»: coloro che, senza aver precedentemente svolto un’attività lavorativa, sono alla ricerca di un’occupazione.



"E le coperture?", direbbe oggi Fassina al Movimento 5 stelle. Eccole (dice il PD):

Art. 7. (Disposizioni finanziarie)
1.  Ai maggiori oneri derivanti dall’attuazione delle disposizioni di cui alla presente legge, valutati in 10 miliardi di euro a decorrere dall’anno 2012, si provvede a valere sulle maggiori entrate e sui maggiori risparmi di spesa di cui al presente articolo.
- risparmi derivanti dal divieto di cumulo delle prestazioni ai sensi del comma 2 dell’articolo 3;
- l’aliquota dell’imposta sostitutiva sui redditi da capitale è innalzata al 20% (ad eccezione dei rendimenti da titoli di Stato);
- alle attività finanziarie e patrimoniali, oggetto di rimpatrio (Scudo fidcale) o regolarizzazione ai sensi del D.L.78/2009 si applica un’imposta straordinaria sul patrimonio relativo all’intero ammontare delle somme con un’aliquota aggiuntiva pari al 2%;
- le spese di funzionamento relative alle missioni di spesa di ciascun Ministero sono ridotte;
- l’uso delle autovetture in dotazione a ciascuna amministrazione (auto blu) è ammesso strettamente per esigenze di servizio;
- tutti coloro che hanno ricoperto cariche pubbliche a qualsiasi titolo, e che sono cessati dalla carica, perdono il diritto all’uso dell’autovettura di Stato;
- rideterminazione delle strutture periferiche, prevedendo la loro riduzione e la loro ridefinizione, ove possibile, su base regionale o la riorganizzazione presso le prefetture-uffici territoriali del Governo.




facebook
24 luglio 2013
"I consigli comunali sono pallosi" dice l'Assessore


facebook
9 luglio 2013
Prof. RINALDI: "O cambiamo le regole o siamo obbligati a uscire dall'Euro"



facebook
4 luglio 2013
Leghista voleva "prendere i grillini a calci" ....ma viene espulso da un "grillino"


facebook
15 maggio 2013
Le bugie di Cota sul TAV
Secondo il presidente della Regione Piemonte, Roberto Cota, il nuovo tracciato del TAV rispetta l'ambiente ...e i valsusini alle ultime elezioni hanno dimostrato di essere favorevoli al TAV.



facebook
15 febbraio 2013
I candidati sottoscrivono questi impegni?
Qui di seguito trovate le 15 proposte del blog Bojafauss ai candidati per il Parlamento2013. Pubblicheremo i nomi di chi li condivide (e di chi non ci risponderà).

PROGRAMMA POLITICO DEL BLOG BOJAFAUSS

1 - Divieto per gli enti pubblici di finanziarsi sul mercato con l’emissione di bond.
2 - Sostegno ai piccoli istituti di credito locale come le banche di credito cooperativo e il credito artigiano.
3 - Abolizione delle leggi che favoriscono il precariato.
4 - Nazionalizzazione dei settori delle energie, delle telecomunicazioni e dei trasporti e di tutte le risorse naturali (acqua, gas, ecc.) e della loro distribuzione.
5 - Difesa della previdenza sociale pubblica e dell’assistenza medica gratuita e drastica riduzione del ricorso alle strutture private gonfiate dai rimborsi pubblici.
6 - Riforma dell’Ici-Imu, con previsione di una super-aliquota per i grandi proprietari (di almeno 4 abitazioni nello stesso comune) che non locano gli immobili posseduti.
7 - Eliminazione dei privilegi fiscali a favore della Chiesa Cattolica e destinazione dell’otto per mille alla salute.
8 - Lotta all’evasione ed all’elusione fiscale, soprattutto delle grandi imprese e delle multinazionali.
9 - Sostegno alla scuola pubblica: le scuole private presenti sul territorio nazionale non devono ricevere fondi e finanziamenti.
10 - Sviluppo di tutte le culture biologiche.
11 - Istituzione dell’informatizzazione totale per sopperire agli ostacoli burocratici che implicano una mole costante di spostamenti via motore del tutto evitabili.
12 - Depenalizzazione di tutti i reati d’opinione.
13 - Graduale smobilitazione di tutte le basi militari straniere presenti sul nostro territorio.
14 - Partecipazione dei lavoratori alla gestione e ai profitti delle imprese.
15 - Introduzione di una specifica normativa antitortura relativa al comportamento delle forze dell'ordine nelle carceri e nelle caserme - obbligatorietà del numero di matricola ben visibile sul casco o sull'uniforme degli  appartenenti ai reparti antisommossa.


CANDIDATI, SOTTOSCRIVETE?



facebook
29 gennaio 2013
Dal 2013 i partiti non esisteranno più (non lo dice solo il MoVimento5stelle)


facebook
14 gennaio 2013
"Lo cose che so su Formigoni..."



Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. Formigoni Albertini Lombardia regionali 2013

permalink | inviato da bojafauss il 14/1/2013 alle 11:34 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa
facebook
3 gennaio 2013
Gli strani/strambi candidati del PD

Quelli che seguono sono alcuni dei primi nomi dei prossimi (quasi)sicuri parlamentari torinesi del PD. A leggere il loro curriculum si fatica a comprendere cosa c’entrino con l’attuale PD (o cosa c’entri il PD con loro ...o se il PD, su alcuni temi abbia davvero una linea comune...).

Cesare DAMIANO che nel 1991 da sindacalista CGIL era fortemente contrario all’abolizione della “scala mobile” per difendere il potere d’acquisto dei salari dei lavoratori ma che nel 2012 ha votato a favore della “riforma Fornero”.

 

Luigi BOBBA, “pacifista” delle ACLI che nel 2004 presentava il corso di formazione “S.C.U.D.O.” dell’ENAIP insieme al general manager della Logan’s Ltd, società internazionale specializzata in sicurezza antiterrorismo di matrice israeliana che si avvaleva di istruttori altamente specializzati: ex agenti dell’esercito israeliano e dei corpi speciali statunitensi.

 

Giacomo PORTAS, fondatore dei MODERATI per il Piemonte, attualmente deputato del PD ma qualche anno fa nelle prime file del centrodestra torinese (Forza Italia).

 

facebook
5 dicembre 2012
Eticità a 5 stelle ...a perso d'oro
Alcuni candidati “a 5 stelle” per la circoscrizione Piemonte1 (Torino e provincia) hanno voluto sottoscrivere un ulteriore “impegno etico” (lo trovate qui). Il documento termina con l’invito ad indicare da parte del candidato quale cifra si impegna a devolvere “verso la cassa del Movimento” (probabilmente una “cassa” torinese visto che il MoVimento5stelle non ha ne personalità giuridica ne un conto corrente) ogni mese qualora venisse rilevata una violazione agli impegni da lui sottoscritti.

La prima cosa che salta all’occhio è che qualche candidato ha dichiarato che, nel caso di violazione dell’”impegno etico” si impegnerà a devolvere ogni mese una cifra nettamente superiore a quella che percepirà (N.B. i parlamentari a 5 stelle si ridurranno l’indennità mensile da € 10.435 a €. 5.000 lordi). Per scoprire se lo faranno davvero non ci resta che controllare il loro lavoro in Parlamento e le eventuali violazioni.

Discorso a parte merita il candidato che ha indicato come cifra “L'ECCEDENZA SUI 5.000”. Siccome l’eccedenza sull’indennità di €. 5.000, i parlamentari 5 stelle dovranno lasciarla nelle casse dello Stato, non è chiaro quale sarà la “sanzione” che si impegna a devolvere…!


Questi sono i candidati e la relativa cifra mensile che si impegnano a devolvere in caso di violazione dell’”impegno etico”:

Caria Domenico: €. 100.000
Di Santo Natale: €. 100.000
Fontanone Glauco: €. 100.000
Arduino Salvatore: €. 50.000
Santarella Michele: €. 50.000
Battagliotti Patrizia: €. 20.000
Galluzzi Marco: €. 20.000
Valetti Federico: €. 20.000
Airola Alberto: €. 12.000          
Grivellino Marco: €. 12.000
Albano Daniela: €. 10.000
Chimienti Silvia: €. 10.000
Della Valle Ivan: €. 10.000
Fanton Saverio: €. 10.000
Ricci Roberto: €. 10.000
Grosso Sergio Lorenzo: €. 10.000
Merotto Roberto: €. 10.000
Unia Alberto: €. 10.000
Bellanca Xavier: €. 7.500

Armeni Davide: €. 5.000
Borsello Claudio: €. TUTTA L'INDENNITA'
Carlevaris Cinzia: €. 5.000
Castelli Laura: €. INTERO IMPORTO EMOLUMENTI
Cicchirillo Carlo: €. 5.000
Di Virgilio Daniela: €. 5.000
Guasti Roberto: €. 5.000
Fornari Antonio: €. 5.000
Latini Corazzini Yari: €. 5.000
Lumini Danilo: €. 5.000
Maule Stefano: €. 5.000
Scibona Marco: €. INTERO IMPORTO EMOLUMENTI
Varacalli Federico: €. 5.000

Cardone Margherita: €. 3.000
Calmistro Mirco: €. META' RETRIBUZIONE
Domanin Ermes: €. 2.000
Vilardo Franco: €. 2.000
Turri Alberto: €. 1.000
Bechis Eleonora: €. 1
Falli Davide: €. 0,01

Mandrini Pierluigi: DIMISSIONI IN BIANCO

Ferraris Bengt: L'ECCEDENZA SUI 5.000

 
Non hanno indicato la cifra:
Bertero Massimo        
Bertilorenzi Sara
Bussone Gianfranco
Caruso Gianpaolo
Colacino Domenico
Cubito Marco
Del prete Luca
Doppioni Mauro Dante
Fiore Mario
Friscia Anna
Gianoglio Andrea
Giustetti Alessandro
Lovera Danilo
Murra Gian Mario
Navone Angelo
Oresta Gianluca
Picca    Valeria
Pizzini Bruno Andrea
Reppucci Alessandro
Vaiana Rosolino
Vernero Alessandro

P.S.
Questo blog condivide il suddetto ”impegno etico” e invita tutti i candidati a 5 stelle d’Italia a sottoscriverlo.




 
facebook
29 novembre 2012
La parabola del tacchino di Bersani

«Meglio un passerotto in mano del tacchino sul tetto»

(Pier Luigi Bersani - 28 novembre 2012)




Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. bersani renzi primarie pd tacchino metafore

permalink | inviato da bojafauss il 29/11/2012 alle 12:50 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa
facebook
27 novembre 2012
Al via un referendum su Biolè e Bono (proprio come proposto da Biolè e Bono)
Il 7 gennaio 2011 il consigliere Davide BONO e il consigliere (ex CinqueStelle) Fabrizio BIOLE' hanno presentato la PdL regionale n.112 per introdurre modifiche allo Statuto della Regione Piemonte. Tra le proposte c'è quella del Referendum del richiamo dell'eletto "sulla base del principio di una condotta particolarmente pregiudizievole" col quale i cittadini "possono chiedere la rimozione di un consigliere".

 

Cogliendo l'invito dei due consiglieri regionali firmatari della proposta e sperando che, in attesa dell'entrata in vigore della legge che istituisca il "Referendum di richiamo delle'eletto", BONO e BIOLE' vogliano metterla comunque in pratica, questo blog chiede ai suddetti di confermare la propria disponibilità in merito.
  
facebook
19 novembre 2012
Partiti gay


facebook
16 novembre 2012
I voti dei CinqueStelle provengono da destra...


facebook
9 novembre 2012
"Fuori onda" a 5 stelle



Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. Grillo Casaleggio Favia Salsi fuori onda

permalink | inviato da bojafauss il 9/11/2012 alle 10:47 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa
facebook
3 novembre 2012
Madonna Bonino!
Emma Bonino (che vive di politica dal 1978) consiglia a Pannella di stare lontano da Beppe Grillo (ottimo consiglio, spero che i Radicali lo seguano - NDR). La motivazione è che tra 10 anni probabilmente la "carriera politica" di Grillo sarà finita. In effetti è un bel problema per chi da decenni non si schioda dalle poltrone che contano.



facebook
3 ottobre 2012
Le spese dei Gruppi consiliari non sono sindacabili
Giorni fa ho scritto a Valerio CATTANEO, Presidente del Consiglio Regionale piemontese chiedendogli di verificare se i manifesti affissi ad Asti riportanti il logo del Consiglio Regionale del Piemonte (Gruppo consiliare regionale del Partito Democratico)...

...sono stati effettivamente pagati con i fondi per le spese di "Funzionamento dei gruppi consiliari" previsti con la L.R. n.12/1972 e nel caso, se rientrano tra le spese ammesse dalla citata legge:
- per l'acquisto di libri e riviste;
- per l'attività svolta dai Gruppi funzionalmente collegate ai lavori del Consiglio e alle iniziative dei Gruppi stessi;
- per eventuali consulenze qualificate o collaborazioni professionali di esperti necessari per lo svolgimento delle funzioni istituzionali dei Gruppi.

A mio avviso questo tipo di "propaganda" (di per se legittima) non rientra in nessuno dei tre casi tantomeno nell' "attività svolta dai Gruppi funzionalmente collegate ai lavori del Consiglio e alle iniziative dei Gruppi stessi" in quanto il Partito Democratico sostiene il Governo MONTI che ha approvato il decreto di accorpamento e soppressione di alcune province pertanto si desume essere favorevole a questa riorganizzazione delle province (vedi dichiarazione del segretario del PD, Bersani: "...noi abbiamo una nostra proposta che prevede di ridurre e accorpare le Province...") inclusa quella astigiana come previsto nel decreto.

Questa è la risposta ufficiale del Consiglio Regionale:


facebook
24 settembre 2012
L'alternativa agli inceneritori c'è già
Beppe Grillo a Parma spiega (QUI: http://youtu.be/uC_4zUw_aTk) il programma del MoVimento 5 stelle sui rifiuti:


facebook
21 settembre 2012
SEL: "Non votiamo le proposte dei consiglieri antipatici"

Che i partiti colgano sempre l'occasione per fare propaganda è cosa nota. Meno noto è che a volte pur di far dispetto agli avversari politici votino contro una loro Proposta di Legge ...per poi copiarla tale e quale e ripresenterla come "farina del proprio sacco" (vedi QUI). 

Certo che sentirlo dire durante una seduta di Consiglio non ha prezzo!

Scrive infatti Fabio VERSACI, consigliere circoscrizionale del Movimento 5 stelle a Torino: "Il capogruppo di SEL Berghelli lo ammette che lui tante volte vota contro perchè presentato da qualcuno dell’opposizione che magari non gli va troppo giù".


facebook
29 giugno 2012
Proposta di legge: "Non si viola la privacy del Papa"

In questi tempi di crisi economica tutti i deputati si fanno in quattro per cercare di rislvere i problemi più urgenti.
Beh, non proprio tutti. Alcuni trovano il tempo per interessarsi dei problemi (non quelli economici ...sempre che ne abbia) del Papa. Dopo le note vicende vaticane i deputati (partito NOI SUD) Arturo IANNACCONE ed Elio Vittorio BELCASTRO (di cui sono ben note certe
dichiarazioni) hanno pensato bene di proporre modifiche all'Art.618 del Codice Penale. Fino a ieri andava tutto bene: chiunque rivelasse il contenuto di una corrispondenza a lui non diretta, sarebbe stato punito con la reclusione fino a sei mesi o con la multa da lire duecentomila a un milione. Da domani la reclusione potrebbe arrivare a 5 anni e la multa a 20.000 €..

 

facebook
sfoglia
  

Rubriche
Link
Cerca

Feed

Feed RSS di questo 

blog Reader
Feed ATOM di questo 

blog Atom
Resta aggiornato con i feed.

Curiosità
blog letto 1 volte




IL CANNOCCHIALE