.
Annunci online

bojafauss
Notizie dal baratro (cioè dal Consiglio Regionale)
20 gennaio 2010
Doppia liquidazione: i consiglieri regionali rispondono
E' scaricabile quì il secondo numero di "Boja Fauss" (vedi anticipazioni più sotto).

**********************************************************

A seguito dell’articolo di Repubblica http://torino.repubblica.it/dettaglio/la-maggioranza-pronta-a-rinunciare-ma-sulla-doppia-liquidazione-si-litiga/1816709 relativo al ridimensionamento della cosiddetta "doppia liquidazione" dei consiglieri regionali del Piemonte, il 4 gennaio ci siam permessi di scrivere a tutti i 63 eletti chiedendo di esprimere la loro posizione in merito. Per “par condicio” abbiam rivolto le stesse domande alla lista MOVIMENTO 5 STELLE PIEMONTE (e faremo lo stesso con altre liste/partiti che si presenteranno alle regionali).

Ci hanno risposto in dieci: Angela MOTTA del PD, Vincenzo CHIEPPA dei COMUNISTI ITALIANI,  Paola BARASSI  degli Ecologisti Uniti a Sinistra, Claudio DUTTO della LEGA NORD, Juri BOSSUTO di RIFONDAZIONE COMUNISTA, Mariano RABINO del PD, Aldo RESCHIGNA  del PD, Gian Piero CLEMENT di RIFONDAZIONE COMUNISTA, Nino BOETI del PD, Paola POZZI del PD, Sergio DALMASSO di RIFONDAZIONE COMUNISTA.

Ecco le loro posizioni (e promesse):

1) Lei è favorevole alla proposta di ridimensionamento della "doppia liquidazione”?
 
MOTTA: sono favorevole alla proposta
CHIEPPA: favorevole
BARASSI: ovviamente, avendola anche sottoscritta, sono favorevole alla proposta
DUTTO: favorevole alla proposta (il problema emerso riguarda tutti coloro che hanno usufruito di anticipi o che sono già stati liquidati per cui dovrebbero restituire parte di quanto percepito, cosa che rende complessa la "retroattività" del provvedimento in discussione)
BOSSUTO: si, di quella proposta sono firmatario
RABINO: favorevole
RESCHIGNA: favorevole
CLEMENT: favorevole (il nostro gruppo, con il sottoscritto primo firmatario, è l'unico che ha presentato un disegno di legge sulla indennità di fine rapporto)
BOETI: assolutamente favorevole
POZZI: certamente si dovrà rivedere la questione della "liquidazione"
DALMASSO: la proposta di legge per dimezzare la liquidazione è doverosa. In ogni lavoro (tranne per i/le  precari/e) si prende una liquidazione di un mese per anno. Il fatto che in consiglio sia di due mesi è vergognoso.
MOVIMENTO 5 STELLE PIEMONTE: Certamente. Non solo la liquidazione ma anche gli stipendi  dei politici devono essere allineati alla media degli stipendi nazionali


2) Considerato che c'è almeno un mese di tempo per cambiare la legge, Lei si batterà per questo prima delle elezioni regionali di Marzo?
 
MOTTA: mi batterò e non sarò la sola
CHIEPPA: sicuramente mi impegnerò affinché arrivi in consiglio prima della chiusura della attuale legislatura
BARASSI: certo che sì
DUTTO: si
BOSSUTO: senza dubbio ma credo che difficilmente passerà così come tante di quelle leggi da noi presentate che giacciono tuttora nei cassetti
RABINO: anche sulla questione della "doppia liquidazione" il mio atteggiamento è di condanna e l'impegno quello di favorire una modifica della normativa.  
RESCHIGNA: non intendo impegnarmi in questo ultimo mese perchè ciò risolverebbe solo il problema della mia immagine personale e nulla di più. Non esiste alcuna condizione perchè in questo mese si possa modificare la legge.
CLEMENT: ci batteremo perché il disegno di legge arrivi in aula e sia votato
BOETI: con il regolamento odierno anche se un solo consigliere non è d'accordo la proposta non è in grado di passare. Laddove tale proposta non dovesse passare io credo che il PD debba inserire questa modifica nel suo programma elettorale ed approvarla nella prima seduta utile del nuovo consiglio regionale
POZZI: al di là della proppaganda, non so se lo si farà ora o per la prossima legislatura. I costi della politica sono molto aumentati. Avere migliaia di preferenze  non è un risultato che si può ottenere senza soldi! Fingere di non saperlo è un po' ipocrita, così come fingere di ignorare che qualcuno ha alle spalle strutture organizzate che li sostengono mentre altri no.
DALMASSO: il Consiglio è quasi paralizzato e basta l'opposizione di uno solo er bloccare il tutto. Garantisco che ci impegneremo al massimo. Vi ricordo di avere presentato una proposta per cancellare le "autocertificazioni" (gettoni pagati per presenze di consiglieri/e ad iniziative locali) e che nella mia proposta di legge elettorale si può essere consiglieri/e per non più di due legislature (dieci anni).
MOVIMENTO 5 STELLE PIEMONTE: se, come pensiamo, la riforma non passerà in questa legislatura, sarà una delle prime proposte che presenteremo insieme ad altre finalizzate all'eliminazione dei privilegi dei consiglieri regionali piemontesi


3) E' vero che ogni politico versa una parte del suo stipendio al partito? Lei con quanto contribuisce?

MOTTA: 12.000 €/anno al PD regionale, 6.000 €/anno al PD provinciale di Asti  (in più sostengo le iniziative che il partito mette in campo come ad es. le primarie ecc.. )
CHIEPPA: noi comunisti italiani versiamo il 50% al partito
BARASSI: verso il 55% dell'indennità e di tutte le entrate fisse, questo per me equivale a circa 3.850 €/mese (oltre a questo, ma è discrezionale, io verso un contributo alla mia federazione di appartenenza più eventuali altri contributi per manifestazioni e/o iniziative varie)  
DUTTO: 50.000  €/anno
BOSSUTO: verso il 55% della mia indennità mensile (rimborso benzina incluso) più qualcosa ai circoli PRC di tanto in tanto, più campagne elettorali varie del partito
RABINO: contributo economico a favore del PD: 2.000 €/mese.
RESCHIGNA: 1.100 €/mese al PD regionale e 550 €/mese al PD del VCO (inoltre partecipo con contributi straordinari al PD del VCO: per le elezioni amministrative ho versato 3.000 € ed ho pagato personalmente fatture per altre 2.000 €)
CLEMENT: ho versato al PRC il 55% pari a 51.504 €/anno
BOETI: prima davo 20.000 €/anno ai DS, ora 1.000 €/mese al PD regionale + 200 €/mese al PD provinciale
POZZI: circa 20.000 €/anno
DALMASSO:  Rifondazione chiede il versamento del 55% di quanto si riceve. Nei cinque anni, ho versato, all'incirca 300.000 €.
MOVIMENTO 5 STELLE PIEMONTE
: i nostri candidati hanno sottoscritto un contratto/impegno con l'Asociazione MOVIMENTO 5 STELLE PIEMONTE: verrà garantito ai consiglieri eletti un compenso netto mensile di 2.500 € oltre a eventuali spese di trasporto/spostamento relative agli impegni istituzionali e agli incontri periodici con i "grillini" e i cittadini sul territorio piemontese. Il resto (indennità, rimborsi forfettari e doppia liquidazione di circa 100.000 € a fine mandato) verrà versato all'Associazione che lo utilizzerà esclusivamente per iniziative meritevoli organizzate dai simpatizzanti ma anche da cittadini, associazioni e comitati nelle province piemontesi e a sostegno di gruppi attivi e liste civiche comunali che nasceranno.


4) Quanto conta di spendere per la prossima campagna elettorale?

MOTTA: la scorsa legislatura ho speso meno di 10.000 €
CHIEPPA: le mie spese per la campagna elettorale come sempre saranno pari a zero euro. Nei partiti comunisti è il partito che paga la campagna elettorale ai candidati affinché nessuno abbia una posizione di privilegio
BARASSI: non penso di spendere soldi per la campagna elettorale oltre a quelli che eventualmente mi chiederà il partito
DUTTO: circa 30.000 €
BOSSUTO: per la mia scorsa prima campagna elettorale ho speso circa 2.000 €
RABINO: non più di 50.000 € 
RESCHIGNA: con il Segretario provinciale ho stabilito che il PD del VCO non spenda più di 25.000 €. Personalmente intendo contribuire con 15.000 €
CLEMENT: 1.000 € per i “santini” individuali (nel 2005 ho speso circa 500 €)  
BOETI: circa 20-25.000 €
POZZI: personalmente non mi ricandiderò, ma sosterrò economicamente e con il mio lavoro di militante la campagna elettorale del PD e della presidente Bresso.
DALMASSO: Nella scorsa campagna elettorale regionale non ho spesso un centesimo. E' il partito a pagare le spese elettorali. Faccio presente che il "budget" per la provincia di Cuneo e di poche migliaia di euro (3.000- 4.000)
MOVIMENTO 5 STELLE PIEMONTE: ogni candidato alla nostra Lista si è impegnato a contribuire con 300 € (qualcuno metterà meno). Non abbiamo altri finanziamenti se non gli eventuali contributi dei cittadini. La nostra è una lista supportata dal blog  di Beppe Grillo il quale non contribuirà economicamente a queste nostre elezioni regionali. Sinceramente pensiamo che questo sia un bene e dimostra che il MOVIMENTO 5 STELLE è promosso da Grillo ma non è "suo".

 
*****************

Cosa prevede la legge regionale attuale:  dati presi da http://www.consiglioregionale.piemonte.it/8/assemblea/trattamento_economico/index.htm

- indennità di carica da corrispondere ai Consiglieri regionali è pari ad un importo lordo di € 9.950/mese per n° 12 mensilità (per  il Presidente del Consiglio Regionale: € 14.000 lordi)

- rimborso forfettario mensile pari all’importo di 8 gettoni di presenza - € 970/mese - e, per gli aventi diritto, di 8 rimborsi relativi al doppio del percorso effettuato dal comune di residenza al capoluogo della regione

- indennità di presenza pari a € 120/giorno di presenza, che viene attribuita una sola volta per ogni giorno di presenza effettiva alle riunioni istituzionali, e per presenze a riunioni cui i Consiglieri partecipino in veste istituzionale, autocertificate

 - rimborso chilometrico, relativo al percorso compiuto per partecipare a riunioni istituzionali autocertificate, calcolato moltiplicando tale percorso per una quota pari a € 0,476/Km

- indennità di fine mandato che è fissata nella misura di due volte l’ultima mensilità lorda dell’indennità consigliare, percepita in carica, moltiplicata per ogni anno di effettivo esercizio del mandato: circa 100.000 €

**************************************************

BOJA FAUSS n.2


Pag.1


Pag.2


Pag.3


Pag.4

facebook
sfoglia
  

Rubriche
Link
Cerca

Feed

Feed RSS di questo 

blog Reader
Feed ATOM di questo 

blog Atom
Resta aggiornato con i feed.

Curiosità
blog letto 1 volte




IL CANNOCCHIALE