Blog: http://bojafauss.ilcannocchiale.it

Ghiglia: "Voglio le auto in Piazza San Carlo"

Agostino GHIGLIA sta vincendo  le "primarie online" del centrodestra per la designazione del candidato a Sindaco di Torino.

Come (tutti?) gli altri candidati dei partiti tradizionali, anche Ghiglia non è nuovo alla politica.

La sua "carriera" comincia, per la cronaca nera torinese, nel 1986 quando viene condannato per aggressione e lesioni insieme all'amico ("camerata") Massimiliano Motta.


Le prodezze politiche continueranno per molti anni. Nel 1987 arriva un'altra denuncia per rissa...


...nel 1988 il "leghista" Roberto GREMMO ne chiede le dimissioni da consigliere comunale di Borgaro T.se perchè GHIGLIA è assenteista dal 1985...

...nel 1989, in qualità di "Coordinatore nazionale della commissione droga" del Fronte della Gioventù - MSI, Ghiglia organizza un incontro invitando un esperto (vedi curriculum) come Vincenzo Muccioli...


...nel 1994 si candida per la Camera dei Deputati con un programma che, se fosse approvato oggi, metterebbe in crisi il suo alleato Berlusconi:


Ma la proposta che più colpisce (Torino) è quella del 01/06/1994 quando Ghiglia e AN sostengono i commercianti nella lotta contro la chiusura alle auto di Piazza San Carlo: "L'ennesimo scempio: la città rimarrebbe tagliata in due parti".
Chissà che appena eletto Sindaco di Torino, non rilanci la sua vecchia proposta riportando la piazza ai suoi "antichi splendori" degli anni '70:


Pubblicato il 25/1/2011 alle 12.11 nella rubrica a quattro colonne.

Il Cannocchiale, il mondo visto dal web