Blog: http://bojafauss.ilcannocchiale.it

Ancora simboli leghisti nei luoghi pubblici (piemontesi)

Più o meno un anno fa era scoppiato il "caso Adro", cittadina in provincia di Brescia dove il sindaco leghista aveva pensato di tappezzare la scuola pubblica con il simbolo "padano" del "Sole delle Alpi". Poi si è scoperto che il simbolo non ha nulla a che fare con Adro ne con Brescia ne con il settentrione e nemmeno con la "padania". Infatti il "Sole delle Alpi" è un marchio registrato proprio dalla LegaNord (anzi, forse è diventato un marchio commerciale di proprietà di Berlusconi VEDI QUI).

La scorsa settimana siamo stati nella "Sala dei Presidenti" 
del ConsiglioRegionale del Piemonte in cui sono ospitati i quadri raffiguranti (al modico prezzo di 21.000 €) tutti i presidenti del consiglio regionale dal 1970 al 2010 (il prossimo quadro sarà più o meno così CLICCA QUI). Abbiamo subito notato che l'ex presidente del consiglio regionale (dal 2000 al 2005) Roberto COTA, un "quasi simbolo di partito" lo indossa (il fantomatico fazzoletto verde padano che caratterizza i colletti bianchi leghisti)...

...ma c'è chi ha fatto di peggio!

Il suo successore Oreste ROSSI pur restando in carica solo quattro mesi è stato immortalato tra i "grandi personaggi politici piemontesi" con il famoso marchio registrato leghista.

Forse è ora di far partire una raccolta firme come aveva fatto a suo tempo Il Fatto Quotidiano

Pubblicato il 8/10/2011 alle 9.20 nella rubrica picture.

Il Cannocchiale, il mondo visto dal web