Blog: http://bojafauss.ilcannocchiale.it

I consiglieri regionali piemontesi NON si sono tagliati i vitalizi

Quando Romano PRODI era presidente del consiglio varò insieme al suo Ministro Luigi BERLINGUER una riforma scolastica ...che non venne mai applicata in quanto subito sostituita dalla riforma MORATTI del nuovo governo di centrodestra. 
Di esempi simili ne esistono moltissimi e dimostrano che le leggi valgono solo "fino al prossimo governo" che potrà decidere di abolirle o mantenerle (ad esempio il centrosinistra non abolì mai la depenalizzazione del 
Falso in Bilancio mantenendo in vigore la legge approvata da BERLUSCONI e dal centrodestra). 
Lo stesso potrà avvenire (e avverrà: chi vuole scommettere il contrario?) nel 2015 quando i prossimi consiglieri regionali eletti reintrodurranno il privilegio del vitalizio (di 3.000 € al mese) dopo soli 5 anni di lavoro. 
Le indennità e i vitalizi spettanti ai consiglieri regionali (e ai parlamentari) non sono equiparati a quelli da lavoro dipendente (vedi sentenza cassazione n.23793 del 24/11/2010 e la sentenza della corte costituzionale n.289/1994) ma sono appunto privilegi che ogni consigliere regionale (o parlamentare) può accordare a se stesso ...e può (potrebbe ...se solo volesse) togliere. 
A conti fatti, finchè una legge italiana non regolamenterà meglio stipendi, indennità ed emolumenti dei politici regionali e nazionali, ogni consigliere (e parlamentare) sarà costretto (poverino!) a sottostare solo alle leggi da lui stesso approvate e se quelle precedenti non gli piacciono potrà cambiarle a suo piacimento. Infatti la prima legge regionale parametrava lo stipendio dei consiglieri al 65% di quello dei deputati ...percentuale che col passare degli anni è stata portata all'85% (vedi qui tutti i dati aggiornati).

Ieri i consiglieri regionali hanno approvato 
questa legge che NON ABOLISCE I LORO VITALIZI ma entrerà in vigore nel 2015 (quando loro non ci saranno più).     


Pubblicato il 28/12/2011 alle 9.5 nella rubrica verba manent.

Il Cannocchiale, il mondo visto dal web