Blog: http://bojafauss.ilcannocchiale.it

Proposta di legge: "Non si viola la privacy del Papa"

In questi tempi di crisi economica tutti i deputati si fanno in quattro per cercare di rislvere i problemi piĆ¹ urgenti.
Beh, non proprio tutti. Alcuni trovano il tempo per interessarsi dei problemi (non quelli economici ...sempre che ne abbia) del Papa. Dopo le note vicende vaticane i deputati (partito NOI SUD) Arturo IANNACCONE ed Elio Vittorio BELCASTRO (di cui sono ben note certe
dichiarazioni) hanno pensato bene di proporre modifiche all'Art.618 del Codice Penale. Fino a ieri andava tutto bene: chiunque rivelasse il contenuto di una corrispondenza a lui non diretta, sarebbe stato punito con la reclusione fino a sei mesi o con la multa da lire duecentomila a un milione. Da domani la reclusione potrebbe arrivare a 5 anni e la multa a 20.000 €..

 

Pubblicato il 29/6/2012 alle 15.32 nella rubrica verba manent.

Il Cannocchiale, il mondo visto dal web